Lettera della Dirigente Scolastica per la conclusione dell'Anno Scolastico 2019-2020

Carissimi tutti.

Si è concluso un anno scolastico faticoso e difficile. ln questi ultimi tre mesi siamo stati catapultati in una situazione quasi irreale. Si sono moltiplicate le sensazioni e le emozioni, dall’incredulità e paura per una vicenda che giorno dopo giorno si palesava nella sua gravità, al dolore e alla tristezza per coloro che direttamente o indirettamente sono entrati in contatto con il #Covid19.

ll Liceo Luigi Stefanini si è immediatamente attivato per far partire la #DaD didattica a distanza. l docenti, gli studenti e il personale Ata già da tempo erano dotati di account Microsoft Office 365, con possibilità di accedere all'app #Teams. Ciò ha sicuramente permesso di far partire le videolezioni fin dai primi tempi della sospensione delle attività in presenza, ma solo grazie alla collaborazione e l’impegno di tutti siamo riusciti a portare a compimento questo periodo.

Non è stato facile, in quanto è emersa la necessità di pensare ad una scuola diversa, una scuola che andava reinventata, soprattutto nel metodo, ma nessuno si è tirato indietro. Docenti, personale Ata studenti e famiglie hanno fornito, ognuno per la parte di competenza, il proprio contributo per mantenere viva la frase “la scuola non si ferma” e non tanto perché usata un po' come slogan, bensì perché la scuola è la più grande comunità sociale e alle persone che la vivono quotidianamente è stata chiara fin da subito l’importanza di mantenere vivo il contatto all’interno di quella comunità.

lnfatti, la didattica definita “a distanza” è stata amorevolmente ribattezzata didattica della “vicinanza”, necessaria per portare avanti il processo di apprendimento, ma anche e soprattutto il bisogno di socialità, pur se virtuale, visto il perdurante lockdown che ha limitato le nostre libertà personali.

Con queste poche righe, dunque, sento di voler ringraziare tutti per l’incredibile lavoro svolto. Realmente non ci siamo mai fermati. ll personale ATA (tecnici, amministrativi e collaboratori scolastici) ha lavorato sperimentando nuove forme di prestazione lavorativa, nuovi tempi e soprattutto coniugando efficacia e flessibilità. l docenti e gli studenti sono reciprocamente “entrati” nelle case dei loro interlocutori, condividendo anche momenti di familiarità. ln molti casi sono state abbattute barriere storiche grazie ai docenti che si sono avvicinati agli studenti, riscoprendo nuove sensibilità. l nostri studenti, supportati dalle loro famiglie, sono stati partecipi e si sono adattati fin da subito a questa nuova situazione. Dobbiamo essere molto fieri e orgogliosi di tutti i nostri giovani, perché hanno accettato le privazioni senza lamentarsi.

Ora l’anno scolastico è terminato e non posso che augurare a tutti buone vacanze confidando che possiate trascorrere momenti di svago e serenità. Spiace molto non poter mantenere la tradizione del saluto in giardino durante l’ultimo giorno scuola e doversi affidare ad una lettera che viaggerà attraverso il monitor di un pc o di uno smartphone, tuttavia al momento questo rimane l’unico modo per poter mantenere un contatto.

Non sappiamo come ci ritroveremo a settembre, ma sicuramente durante l’estate noi saremo qui a predisporre le condizioni per cercare di garantire il rientro a scuola.

Colgo l’occasione per inviare un saluto e un abbraccio ai nostri docenti che a settembre andranno in pensione, ringraziandoli per il loro contributo dato alla scuola in tutti questi anni e concludo, con un pensiero ai nostri ragazzi delle classi quinte, che stanno vivendo questo periodo con maggior preoccupazione. Vi è, infatti, l’angoscia per le modalità di svolgimento dell’esame di stato, che di fatto sono state delineate solo nelle ultime settimane.

A loro va il più grosso in bocca al lupo e la riconoscenza per la pazienza che hanno avuto in questi ultimi mesi e proprio a loro dedico una frase di Eleanor Roosevelt: “il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni”. Cari ragazzi tenete a mente questa frase, perché il primo grande investimento da fare nella vita è credere in se stessi.

Buone vacanze a tutti.

La Dirigente Scolastica Mirella Topazio.

#didatticaadistanza #lascuolanonsiferma

Pubblicata il 06 giugno 2020

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.